Viviamo in una società imprenditoriale

L’attività imprenditoriale è il fondamento, non solo economico, della società contemporanea e della sua sopravvivenza e prosperità.

Il pianeta è gestito dagli imprenditori, le grandi aziende hanno bilanci superiori a quelli delle nazioni e ne influenzano profondamente l’attività. Presidenti e primi ministri sono imprenditori che impongono il loro modello a tutti i cittadini, influenzando le loro vite e il modo con cui vengono prese le decisioni fondamentali che si ripercuotono su ogni famiglia o gruppo sociale.

Sia a livello dei grandi imprenditori del secolo scorso, con la loro mentalità orientata al profitto ad ogni costo, che nella nuova modalità imprenditoriale di giovani che lavorano solo con l’ausilio del loro portatile, oggi è diventato necessario definire o ridefinire gli elementi che caratterizzano la figura dell’imprenditore nella nostra società.

Nel percorso che stiamo portando avanti e che prende il nome di “Consapevolezza Imprenditoriale” vogliamo svelare e raccontare questa figura che oggi sembra essere il nuovo “ombelico del mondo”.

“Tutto intorno a noi dipende dalle scelte fatte dagli imprenditori.”

Oggi diventa sempre più necessario considerare l’impatto sociale e planetario che queste scelte generano. Le sorti del mondo non sono più in mano ai governi, ma sempre più sono dipendenti dalle scelte delle grandi aziende e dagli imprenditori che le governano.

Solo attraverso la scoperta di nuove modalità di fare impresa è possibile veramente salvare il nostro pianeta e gli elementi che ne costituiscono il tessuto sociale. “Il punto di non ritorno” indicato dal documentario di Fisher Stevens interpretato da Di Caprio ci fa comprendere quale è la responsabilità di ogni persona e imprenditore in questo momento storico.

La nostra visione è quella di permettere a chiunque sia interessato alla creazione di una maggiore comprensione circa la gestione delle proprie attività, di condividere le proprie esperienze e partecipare alla costruzione di nuovi modelli imprenditoriali volti alla salvaguardia del nostro futuro.

Una persona non può fare molto ma una moltitudine è in grado di cambiare le cose.

Si possono creare nuovi modelli imprenditoriali orientati alla sostenibilità dove si mantiene comunque il fondamento del profitto, base in ogni impresa, ma allo stesso tempo si definiscono delle pratiche condivise che arrestano o quantomeno limitano la distruzione e le disuguaglianze a che stiamo vivendo.

Nel passato vi era una profonda distinzione tra l’aspetto economico e quello sociale. Ma oggi sembra che, nella società liquida descritta di Zygmunt Bauman, i principi di gestione imprenditoriale, delle attività e dei rapporti interpersonali si siano mescolati in maniera indistinguibile nella vita di ogni individuo.

Scriveteci per raccontarci la vostra esperienza, le difficoltà che incontrate nella gestione delle vostre imprese e di come vorreste gestirle.

Il nostro impegno costante sarà quello di condividere le informazioni che, nel percorso di consulenza e gestione che portiamo avanti da anni, riteniamo essere più funzionali alla crescita della “Consapevolezza Imprenditoriale” degli imprenditori che ci seguono.